venerdì 16 giugno 2006

News da Parma

Tutto si può dire tranne che l'estate del 2006 sia avara di sorprese e ripetuti colpi di scena. Se il mercato dei giocatori, pur essendo già vivo, non ha ancora riservato colpi particolarmente clamorosi, è l'incertezza della situazione societaria di alcune squadre a tenere banco: dopo la già nota fusione tra Polesine e Busseto, potrebbe arrivarne una nuova intorno a metà della prossima settimana. A tenere banco con insistenza negli ultimi giorni è la situazione dei Crociati che, chiusa con la salvezza la tribolata stagione in quel di Zibello, sono ripartiti da zero alla ricerca di un campo. La prima idea, è stata il ritorno a Collecchio, al “Mainardi”, il campo “storico”, in cui il sodalizio parmense nella passata stagione ha anche disputato una manciata di partite, purtroppo
non è stato trovato l'accordo economico con la Polisportiva Il Cervo. Sfumato il ritorno di fiamma, in seguito sono spuntate altre possibili destinazioni, come ad esempio Monticelli, Basilicanova, Colorno, Sala Baganza, San Secondo, Noceto e Langhirano: alcune di esse erano e sono rimaste voci prive di fondamento, altre invece sono tuttora ben più di semplici indiscrezioni. Per ora l'unica certezza è che i Crociati disputeranno il prossimo campionato di Eccellenza, come conferma Giuseppe Ravasi, ex allenatore, ora dirigente «per motivi familiari e lavorativi che mi hanno indotto a fare questa scelta», direttamente coinvolto nelle trattative insieme al presidente Cuccurrese ed al dg Salati. Nelle ultime ore secondo numerose indiscrezioni, è dato per certo l'acquisto dei diritti da parte del Noceto, per una nuova squadra che dovrebbe chiamarsi Crociati-Noceto e disputare il campionato di Eccellenza nel nuovo spettacolare impianto allestito nel comune parmense, ma l'ex tecnico smentisce categoricamente, pur non negando che i contatti tra le due società ci sono e ben avviati: «E' una delle tre trattative che abbiamo in corso, ma ancora niente è deciso: stiamo valutando le possibilità, che hanno anche formule diverse, e probabilmente Noceto è la “piazza” avvantaggiata, ma, ripeto, ancora nulla è ipotesi entrata in scena negli ultimi giorni, top secret, ma probabilmente compresa tra quelle sopra citate. La verità in ogni caso non si saprà prima di martedì: resta il dubbio della squadra che verrà allestita, viste le partenze già certe di alcuni giocatori verso altri lidi, ma anche in questo caso Ravasi ha le idee chiare: «fermo restando che fino al primo luglio tutti i giocatori senza vincolo sono ancora liberi di firmare con chiunque, molti componenti della rosa dello scorso anno sono rimasti in attesa, fiduciosi nel nostro progetto». definito. Ci saranno in programma ancora un paio di incontri tra lunedì e martedì mattina, poi comunicheremo la nostra decisione definitiva». Oltre alla possibilità di Noceto, che vedrebbe un unica società amalgamata, è sempre calda anche la pista che porta a Langhirano, dove invece i Crociati probabilmente usufruirebbero solo del campo da gioco, sullo sfondo del “Sandro Pertini”, una delle attrezzature migliori di tutta la provincia, e la locale compagine di Seconda categoria proseguirebbe con un attività autonoma. Resta una terza ipotesi entrata in scena negli ultimi giorni, top secret, ma probabilmente compresa tra quelle sopra citate. La verità in ogni caso non si saprà prima di martedì: resta il dubbio della squadra che verrà allestita, viste le partenze già certe di alcuni giocatori verso altri lidi, ma anche in questo caso Ravasi ha le idee chiare: «Fermo restando che fino al primo luglio tutti i giocatori senza vincolo sono ancora liberi di firmare con chiunque, molti componenti della rosa dello scorso anno sono rimasti in attesa, fiduciosi nel nostro progetto».


Nessun commento:

Posta un commento